La famiglia Addams, già dalla sua versione cartacea, era un compendio di umorismo nero e di satira di costume che sbeffeggiava tutte le idiosincrasie e i comportamenti borghesi dell’America di quei tempi. Una delle componenti più incisive e spassose della serie era infatti proprio la reazione dei malcapitati che si trovavano ad avere a che fare con la follia dei personaggi; i quali invece, malgrado tutto, sembravano incarnare modelli sempre positivi e di salda moralità. Dai film si evince che possa essere una famiglia di origine aristocratica, visto che nel cimitero vi si trova lo stemma e il motto “Sic gorgiamus allos subjectatus nunc”, ovvero “Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci”. Nella serie televisiva del 1998, inoltre si scopre che la ricchezza della famiglia proviene da un antenato di Gomez, Long John Addams, pirata vissuto nel 1699, anno in cui scrisse le sue memorie e del matrimonio con Lady Penelope, alias Silvia la Sanguinaria, piratessa e antenata di Morticia.
La famiglia risiede in una tenebrosa villa, all’indirizzo 0001 Cemetery Lane (in La nuova famiglia Addams cambiato in 1313 Cemetery Lane). In origine, nelle strisce a fumetti, i componenti della famiglia Addams non avevano nomi propri: con la nascita della prima serie televisiva emerse però il bisogno di una più distinta caratterizzazione dei vari personaggi, e così fu lo stesso Charles Addams a scegliere dei nomi per le proprie creature.

Lascia un commento